A DIGITAL MIND

metodi per risparmiare e aumentare la propria consapevolezza finanziaria

20 Metodi per risparmiare ed essere consapevoli dei propri soldi

Saper risparmiare ed essere consapevoli delle proprie spese sono due aspetti fondamentali per la crescita personale di una persona.

In questo articolo, ti voglio presentare ben 20 diversi metodi semplici per diventare PRO nel risparmio, per evitare spese inutili e mettere da parte un po’ di soldi.

La crescita e lo sviluppo personale sono anch’essi legati all’aspetto finanziario. Quindi vediamo insieme come gestire al meglio i tuoi introiti e risparmiare soldi fin da subito.

Potrai magari reinvestirli in un progetto o in un acquisto importante e necessario che rimandavi da tempo.

Quasi tutti questi metodi li ho sperimentati in prima persona e li sto utilizzando: con un po’ di pratica e costanza, i risultati arriveranno nel tempo. 

Non pensare di riuscire a mettere da parte migliaia di euro da subito: questo è un metodo che ti consente di risparmiare:

  • evitando di spendere e sprecare denaro inutilmente
  • facendoti capire cosa e come spendi
  • dandoti indicazioni su come avere piccoli guadagni
  • tutto questo, potenzialmente, da investire così da farlo rendere nel tempo

INIZIAMO!

1. FAI BUDGETING

Il punto di partenza da cui tutto ha inizio è il budget. 

Fare budgeting è un ottimo metodo per iniziare a risparmiare perché ti consente di avere maggiore chiarezza sulle tue entrate e uscite, in che cosa spendi i tuoi soldi, quanto ti rimane a fine mese.

Iniziare a tracciare mese per mese tutte le spese è perfetto per rendersi conto di come ti stai comportando a livello economico.

Ti consiglio di utilizzare un file Excel e indicare l’importo della spesa sostenuta, il mese, la categoria della spesa (bollette, spesa, riparazione auto, mutuo, cinema, cene, abbigliamento ecc). 

Dopo i primi mesi ti sarà semplice capire dove sono concentrate la maggior parte delle tue uscite.

Il secondo passo, è fare l’opposto ossia fare budgeting in ottica di risparmio. Utilizzando sempre un file Excel, imposta il budget iniziale a inizio mese (quello che c’è sul tuo conto). Decidi il tuo budget per le uscite di quel mese e quanto vuoi mettere da parte. 

L’ideale è prendere la percentuale che vuoi risparmiare, metterla da parte e non toccarla più, ad esempio spostandola su un altro conto corrente. Il conto corrente principale lo userai solo per le spese necessarie.

A questo punto, dovrai utilizzare solo ciò che ti rimane per le tue uscite facendo in modo di non superare questo limite e cercando di tenere da parte qualcosa a fine mese, se fattibile.

Ti consiglio di sfruttare i modelli di Excel o dei fogli di Google tramite Google Drive.

2. LIMITA CONTI CORRENTI E CARTE

Avere tanti conti correnti e carte non è conveniente. 

In base alla tua situazione, avrai necessità di uno o più conti e relative carte, ma questo comporta un costo. 

Innanzitutto per ogni singolo conto sopra i 5.000€ dovrai pagare quasi 35,00€ di imposta di bollo. Basta fare una semplice moltiplicazione per vedere quanto è costoso.

Inoltre, più carte hai, più sarai tentato di utilizzarle e quindi sarai portato a spendere di più, non avendo il controllo di quanti soldi “partono” ogni volta che si utilizza una carta.

Organizza conti e carte nel migliore dei modi, riducendo costi inutili.

3. METTI DA PARTE GLI SPICCIOLI

Tenere un “salvadanaio” degli spiccioli che ci danno come resto quando facciamo acquisti è un ottimo modo per iniziare a mettere da parte una piccola somma. 

Provare per credere: inizia a conservare tutti gli 1, 2 e 5 centesimi e dopo qualche mese controlla quanto hai da parte. Probabilmente qualche decina di euro. E se in famiglia tutti fanno così, c’è ampio spazio per risparmiare.

Potrai quindi farteli cambiare in banca o più semplicemente in qualche macchinetta cambiamonete.

4. CHIEDITI “MI SERVE DAVVERO?”

Avere consapevolezza delle proprie necessità e dei propri bisogni è importante, ma occorre saperlo fare.

Per prima cosa, potrebbe essere utile dedicare del tempo a fare un po’ di inventario nelle nostre abitazioni: elimina ciò che non usi da anni, le cose rotte irrecuperabili, non accumulare. Ripulisci cantina e garage, svuota armadi e cassetti. 

A conti fatti la maggior parte delle cose o non serve o non è più di nostro gusto o la conserviamo, ma non la utilizziamo veramente.

In secondo luogo, per ogni nuovo acquisto che farai dovrai imparare a domandarti se quella cosa ti serve davvero. 

Ti è indispensabile? Oppure è solo uno sfizio? Hai necessità di comprare quella cosa perché oltre che utile è un investimento oppure la vuoi perché ce l’hanno tutti ed è solo un bisogno di appagamento?

5. LA REGOLA DEI 30 GIORNI

Per imparare a fare quando descritto nel punto 4, esiste un metodo: la regola dei 30 giorni. In cosa consiste?

Semplice! 

Quando desideri comprare qualcosa, tu aspetta. Lascia da parte l’impulso di concludere subito l’acquisto e datti 30 giorni di tempo.

Se entro quel periodo non ti è servito, capirai da solo che quella cosa non è necessaria. Fidati, non avrai più né voglia né desiderio di comprarla.

Puoi sperimentare questa tecnica partendo da un periodo più breve, come una settimana. Anche questa è un’abitudine, quindi è una cosa da esercitare nel tempo.

6. METTI DA PARTE LE SPESE NON SOSTENUTE

Un ulteriore metodo per risparmiare, è quello di mettere da parte (e non toccare!) eventuali importi non spesi quando avremmo dovuto farlo ma ci è andata male (o bene!).

Cinema, aperitivi, asporto, vestiti, makeup, ecc.
Ad esempio: Se salta la cena con gli amici, tieni da parte quei soldi che avresti speso per la serata.

Anche in questo caso, dopo un po’ di tempo troverai un bel gruzzoletto.

7. RIDUCI GLI ABBONAMENTI

Alcuni dei costi extra che paghiamo mensilmente possono tranquillamente essere evitati.

Abbiamo necessità di un’iscrizione a tutte le piattaforme di streaming? Magari ne basta una sola. 

Esempio pratico 1: se hai già il servizio di Amazon Prime, hai incluso Amazon Prime Video e avrai accesso a un catalogo di numerosissimi film, serie, cartoni di tutti i generi e per tutte le età.

Esempio pratico 2: in famiglia avete attivi più abbonamenti a Prime? Create un account di famiglia così pagherete un solo Prime e ciascuno risparmierà 36,00€. 

Esempio pratico 3: ti serve davvero Spotify? Usa l’account gratuito oppure usa YouTube. Crea una raccolta con le tue canzoni preferite e ascoltale gratis quando vuoi. Avrai risparmiato altri 120,00€.

Esempio pratico 4: non ti piace quello che trasmettono in TV? Preferisci guardare video su YouTube o usi piattaforme come Netflix, Disney+ o Prime Video? Bene, sbarazzati del televisore e disdici il canone Rai. Risparmierai ulteriori 90,00€ l’anno.

Esempio pratico 5: hai un abbonamento a qualche quotidiano o rivista? Se davvero così indispensabile, opta per un abbonamento online, costa meno e farai un bel gesto verso l’ambiente. Altrimenti disdicilo: su Internet è pieno di informazioni gratuite per tutti i gusti.

Esempio pratico 6: valuta di cambiare operatore telefonico: cambiare spesso, anche ogni anno può portare a delle offerte maggiori perché potrai accedere a tariffe più convenienti e il vecchio operatore ti manderà promozioni ancora maggiori per tornare con lui.

Esempio pratico 7: non usi da tempo il tuo abbonamento alla palestra? Forse non ti serve o preferisci un altro sport. Perché continui a pagarlo? Chiudi il tuo abbonamento e piuttosto fai attività all’aria aperta o a casa, si può davvero fare di tutto e gratuitamente.

8. NON GIOCARE D’AZZARDO

Evita assolutamente le slot machine, i gratta e vinci, il super enalotto, le scommesse ecc.

Sono solo truffe legalizzate per spillare denaro alla gente ed invogliarle a continuare facendo loro credere di vincere all’inizio per poi portarle a perdere tutto.

Evita di rovinarti con le tue stesse mani.

9. PROGRAMMI FEDELTà E APP DI RISPARMIO

Una modalità per avere cose a basso costo o gratis è quello di iscriversi ai programmi fedeltà dei propri supermercati di fiducia.

A volte le raccolte punti possono essere un ottimo modo per avere prodotti gratis o a bassissimo costo.

Ci sono poi diverse App di risparmio con cui possiamo fare acquisti a prezzo agevolato. Una delle più conosciute è Satispay: pagando con l’App presso gli esercenti abilitati potrai avere degli sconti.

Un’altra App è Letyshop: in questo caso si tratta di una sorta di cashback. Acquistando dal negozio presente nell’App, si viene reindirizzati sul sito del brand e una volta fatto l’acquisto, si riceve una piccola percentuale.

Anche alcuni conti o carte online offrono la possibilità di avere sconti o cashback a fronte di un acquisto fatto sui siti dei loro partner. Un esempio è Revolut.

10. CANCELLATI DALLE NEWSLETTER

Ogni giorno siamo bombardati da messaggi pubblicitari, ovunque.

Cancellarsi da tutte quelle newsletter che riceviamo da negozi online è molto utile per ridurre al minimo la tentazione a spendere.

Tieni solo quelle che davvero possono esserti utili o le mail di qualche negoziante locale presso cui fai acquisti così da sostenere anche le attività più piccole.

11. MANGIA SANO, CUCINATO DA TE

Evitare di mangiare  fuori o da asporto tutta la settimana (o quasi) farà bene alla nostra salute e al nostro portafoglio.

Se la tua azienda ti offre dei ticket, usali il meno possibile per mangiare fuori e spendili piuttosto per fare la spesa e acquistare cose sane da cucinare.

Spesso i ticket non bastano e bisogna sempre aggiungerci  la differenza. Facciamo due conti:

immagina di “sacrificare” un ticket per magiare la tua schiscietta. Mettiamo che un ticket da 7,00€ non ti basti per un pranzo da 10,00€.

Questa differenza di 3,00€ (per un solo giorno) moltiplicata per 4 settimane fa 12,00€ risparmiati al mese, e quindi 144,00€ in un anno.

Pensa quindi a quanto potresti risparmiare ancora!

12. LIMITA BIBITE E ACQUA IN BOTTIGLIE DI PLASTICA

Continuando sul filone salute e alimentazione, puoi evitare di bere bibite e bevande zuccherate confezionate in bottiglie di plastica.

Puoi invece acquistare un estrattore e per auto-produrti succhi e bevande sane, energetiche e vitaminiche.

Stessa cosa vale per l’acqua in bottiglia: compra una caraffa con filtri per eliminare la plastica e quindi inutili costi.

13. RIDUCI IL CONSUMO DI CAFFè

Ridurre o addirittura eliminare del tutto il consumo di caffè è utile per la tua salute ed è, inoltre, un modo con il quale risparmiare parecchio denaro. 

Immagina di non prendere il caffè al bar ogni giorno. Risparmierai già 365,00€.

Stessa cosa per il caffè o altre bevande delle macchinette, magari in ufficio: ipotizziamo di non spendere 0,40 cent al giorno per una media di 300 giorni lavorativi l’anno: risparmierai 120€.

Il conto è presto fatto se di caffè ne beviamo anche fino a 4 al giorno. Se poi moltiplichiamo questa cifra per più anni, il risultato è incredibile.

14. Compra prodotti prossimi alla scadenza

Quando fai la spesa, fai attenzione alla presenza di alcuni prodotti a scaffale con un bollino particolare:

quasi sempre i supermercati mettono in vendita a prezzi stracciati, magari in una zona separata, quei prodotti che scadono da lì a qualche giorno.

Al posto di comprare ad occhi chiusi tutti i prodotti in offerta (spesso non si tratta di vere offerte), fai attenzione a comprare i prodotti giusti!

15. LIBRI USATI, GRATIS e ebook

Per quanto riguarda la lettura, ci sono diversi servizi che consentono di avere a disposizione libri a prezzi bassissimi o addirittura gratis!

Ecco qualche esempio:

  • i mercatini dell’usato, Libracciobook crossing, biblioteche.
  • Audilble Kindle unlimited, dispongono spesso di prodotti gratuiti attivando la prova gratuita di 30 giorni del servizio.
  • per i possessori di ebook reader (o per chi volesse comprarlo), è possibile acquistare libri di ogni genere a prezzi decisamente inferiori a quelli di un classico libro cartaceo.

16. AGGIUSTA, SE POSSIBILE

Spesso ci troviamo in casa una serie di oggetti accumulati solo perché rotti, rovinati o con qualche difetto.

Tali oggetti possono però essere recuperati: aggiustando le cose rotte quando fattibile o dando loro nuova vita per poi regalarli (risparmiando su regali preconfezionati e facendo qualcosa di unico e artigianale) o rivenderli e guadagnarci pure.

Lo stesso discorso vale, ad esempio, per i lavori in casa: se puoi risparmia su eventuali costi extra derivati da pulizie, giardino, ecc. 

A volte basta poco per rimboccarsi le maniche e fare qualche lavoretto in autonomia, facendo affidamento sui professionisti solo in casi di vera necessità o urgenza.

17. VENDI E COMPRA USATO

Comprare oggetti di seconda mano è sicuramente una modalità utile per spendere meno e per riutilizzare oggetti che ad altri non piacciono ma che possono così avere una seconda vita.

Allo stesso modo puoi fare con oggetti che non utilizzi più o che hai creato con le tue mani. 

Esistono numerose piattaforme online dove comprare e vendere cose usate: Ebay, Subito.it, Facebook Marketplace, gruppi Facebook, Vinted.

Per gli oggetti fatti a mano esistono anche siti dedicati come Etsy Depop.

Naturalmente, potrai fare affidamento anche ai mercatini dell’usato nella tua zona e sul passaparola tra amici e conoscenti.

18. CARSHARING E MENO CONSUMI

Per quanto riguarda gli spostamenti, potresti pensare di condividere (e quindi dimezzare) i costi di trasposto ad esempio per andare al lavoro, attraverso il car sharing.

Un’altra opzione è quella di valutare l’acquisto di un’auto ibrida -anche usata- per chi lavora nelle grandi città o chi fa brevi tragitti. Il risparmio sui costi e sul carburante è elevato.

Questa è una possibilità valida se devi acquistare un nuovo mezzo o se vuoi approfittare di vendere la tua auto (se ha ancora un certo valore) e utilizzare il ricavo per poi fare un acquisto che sarà anche un investimento nel tempo.

19. MUTUO: ACQUISTI DA COSTRUTTORE E SURROGA

Per quanto riguarda spese molto più importanti come il mutuo per l’acquisto di una casa, è bene sapere che ci sono alcuni metodi per risparmiare cifre anche importanti.

Esempio 1: acquistando dal costruttore non si pagherà la commissione invece richiesta dalle agenzie immobiliari che di solito si aggira sul 5-7% sul prezzo di vendita dell’immobile.

Esempio 2: il costruttore ti potrà proporre l’accollo del mutuo ossia, il passaggio del mutuo ipotecario da lui attivato che continuerai a pagare tu. Questo ha sicuramente tassi agevolati e inoltre risparmierai sulle spese di istruttoria e perizia da parte della banca (circa 2,000€) e non dovrai pagare l’imposta sul muto al notaio al momento del rogito, poiché il mutuo è stato attivato dall’impresa edile.

Con un nuovo immobile, oltre ad avere una casa nuova e completamente personalizzabile, potrai avere ampi spazi di risparmio.

Esempio 3: il muto, invece, può essere rivalutato dopo qualche anno attraverso la surrogapotrai chiedere ad un’altra banca di spostare il mutuo presso il loro istituto di credito e questo normalmente fa sì che i tassi proposti siano più bassi e potrai risparmiare sulla tua rata.

Tornando però alla tua banca con la proposta dell’ipotetico nuova banca, ti potrebbero fare una contro-proposta ancora migliorativa. E qui si tratta di migliaia di euro risparmiati.

20. INVESTI I TUOI RISPARMI

Una volta presa consapevolezza e dimestichezza con i vari metodi e tecniche di risparmio (più o meno semplici), potrai pensare di far fruttare i soldi che hai accantonato.

Se servono per qualcosa di urgente, naturalmente è il momento giusto per utilizzarli.

Al contrario, se non hai alcuna urgenza, potrai valutare di investire una somma per far rendere ulteriormente i tuoi soldi invece di tenerli sotto al materasso oppure depositarli o tenerli fermi in banca dove si svalutano.

Qui si apre un capitolo più complesso perché fare investimenti non è uno scherzo e occorre studiare e affidarsi ai giusti consulenti.

Potrai ad esempio valutare un piano di accumulo (PAC) con cui mettere da parte una cifra ogni mese e, sul lungo periodo, avere degli interessi.

O potrai decidere di acquistare delle azioni o delle cripto valute.

In ogni caso, occorre stare molto attenti, informarsi e studiare come funziona il mercato perché il tutto ha un fattore di rischio potenzialmente molto molto alto.

CONCLUSIONI

Come hai visto, esistono davvero tantissimi modi per poter risparmiare e mettere da parte un po’ di soldi.

Certo, parliamo di piccole somme e questa guida è un suggerimento di un possibile punto di partenza da cui iniziare questo percorso.

Abbiamo detto infatti che occorre partire a piccoli passi ed allenarsi, per comprendere come ci stiamo muovendo ora ed instaurare una buona abitudine che ci sarà sempre più utile in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *